Iscriviti alla nostra newsletter

Tieniti aggiornato su tutte le novità!

Hai bisogno di aiuto?

Servizio clienti:

  • 346 / 7301377

Brovia Azienda Agricola

Anno di fondazione: 1863
Ettari coltivati a vite: 16
Produzione Bottiglie Anno: 60.000
Vini principali: Barolo DOCG - Barbaresco DOCG - Nebbiolo d'Alba DOC - Barbera d'alba DOC
Uve: 100% di proprietà
Filosofia: Poco interventista
 
Indirizzo: Via Alba-Barolo 54, 12064 Castiglione Falletto (Italia)
Regione: Piemonte
 
Proprietario: Elena e Cristina Brovia
 
Sito internet: www.brovia.net

I vini della cantina

L’Azienda nasce nel lontano 1863 ed ha sede in Castiglione Falletto; attualmente è gestita da Elena e Cristina Brovia, coadiuvate da Alexis Sanchez, marito di Elena. L’Azienda Brovia è da sempre molto attenta nello scegliere le migliori posizioni dei vigneti, nel tempo è riuscita a selezionare e quindi ad acquistare grandi vigne nella zona del Barolo: Rocche, Villero e Garblèt Sue’ in Castiglione Falletto e Ca’Mia e Brea in Serralunga d’Alba.


La vigna delle Rocche di Castiglione Falletto ha un terreno abbastanza magro, leggermente sabbioso, piuttosto sciolto e tendente al calcareo. L’esposizione è a Sud-Est e l’altezza di 350 metri. La vigna di Villero (Castiglione Falletto) ha un terreno moderatamente argilloso, calcareo e compatto. L’esposizione è a Sud-Ovest e l’altezza di 340 metri. La vigna di Garbelet Sué (Castiglione Falletto) ha un terreno la cui composizione cambia tre volte: la prima è ricca d’argilla con una parte di calcare; la seconda è argillosa e la terza è calcarea. L’esposizione è a Sud e Sud-Ovest e l’altezza di 250 metri. La vigna di Ca’Mia (in Serralunga d’Alba, denominata indistintamente Brea o Ca’Mia) ha un terreno argilloso e calcareo. L’esposizione è a Sud-Est e Sud e l’altezza di 350 metri.

In vigna l’Azienda segue con grande cura tutte le lavorazioni in modo da ottenere sempre il miglior risultato. La potatura è esclusivamente eseguita da tecnici di lunga esperienza che seguono e curano anche le altre operazioni. I terreni sono analizzati periodicamente tenendo sotto controllo il giusto equilibrio degli elementi che lo compongono. Pratica molto importante è il diradamento delle uve eseguito ad invaiatura avanzata che ci consente di migliorare sensibilmente la qualità delle uve raccolte. Infine una giusta selezione delle uve in vendemmia permette di raggiungere i risultati di grande qualità desiderati.


La vinificazione è tradizionale e la meticolosa attenzione e cura con cui è eseguita proviene dalla lunga esperienza dell’enologo Giacinto Brovia e dall’apporto di nuove tecniche da parte di Cristina. Innanzitutto si ha una pigiatura soffice delle uve a cui segue una fermentazione a temperatura controllata intorno ai 28-30 °C. I tempi di macerazione variano a seconda del tipo di vino. In seguito si ha una stabilizzazione naturale dei vini, quindi l’invecchiamento e l’affinamento in bottiglia. La vinificazione è seguita da opportune analisi di laboratorio che consentono di stabilire, insieme a frequenti degustazioni, il momento più adatto per le singole operazioni. Per quanto riguarda l’invecchiamento del Barolo e del Barbaresco si utilizzano botti di rovere di Slavonia e di rovere francese di dimensioni di circa 30 Hl. Completata la maturazione, il vino è messo in bottiglia senza alcuna pratica di filtrazione: l’affinamento si svolge in luogo a temperatura ed umidità costante, protetto da luce solare ed artificiale. Qui il vino sviluppa il suo “bouquet” caratteristico donando le migliori sensazioni.


 

PayPal

Wist Srl | P.Iva: 01593640194 | CR-185575 | capitale sociale 10.000€ Credits

Seguici su